1 - La selezione accurata dei materiali è la prima regola per realizzare arredi di qualità.

La cucina artigianale è una scelta di valore. La qualità di progetti fatti a mano sta nella ricerca dei migliori materiali e nell’esecuzione di opere cucite su misura per le esigenze d’arredo del committente. Diversamente dalle realizzazioni industriali che offrono soluzioni standardizzate meno versatili e adattabili all’unicità delle richieste.

Le aziende che hanno alle spalle una tradizione artigianale non ammettono intermediari. Gestiscono internamente l’intero processo. Passo dopo passo, seguono tutte le fasi di progettazione. Dall’ideazione alla realizzazione, fino alla consegna. A partire dalla selezione del miglior legno, materiale organico, termoresistente, che per la sua naturale flessibilità si presta a sostenere pesi e resistere agli urti.

Inoltre, queste cucine, diversamente da quelle industriali, sono realizzate senza formaldeide, la sostanza cancerogena presente nelle resine sintetiche, vernici, compensato, truciolato e in generale su tutti i mobili su cui vengono utilizzate colle e solventi.


2 - Quanto conta la specializzazione delle maestranze.

Il team che partecipa alla messa in opera di un progetto artigianale è formato da personale altamente qualificato, coinvolto per le comprovate competenze tecniche in ogni fase di lavorazione del legno.

Perché ogni dettaglio sia realizzato con precisione chirurgica. Al contrario, nelle produzioni industriali le fasi di lavoro vengono segmentate, semplificate e standardizzate con il conseguente utilizzo di macchinari e personale meno specializzato in grado di seguire momenti parziali della lavorazione e non l’intero processo.

3 - Perché scegliere le realizzazioni su misura.

Quando ci si riferisce all’arredamento, la personalizzazione resta la soluzione più convincente. Perché ogni abitazione, nuova o storica che sia, ha caratteristiche e misure del tutto uniche che è necessario interpretare e armonizzare con i bisogni funzionali della casa.

Talvolta può significare che mobili di dimensioni standard non siano la scelta adatta a spazi specifici e ricorrere alla progettazione su misura può rivelarsi l’unica alternativa. Recuperare spazio contenitivo da dislivelli, nicchie o spazi a tutta altezza, con armadi, cassetti, pensili o pareti attrezzate non sarà più un problema.

Per questo progettare una cucina su misura è la soluzione più efficiente per soddisfare funzionalità, contingenza e ottenere il massimo della resa estetica.

4 - L’arredo che dura più a lungo.

Scegliere una cucina artigianale è il miglior investimento a lungo termine che si possa fare. Per sua natura il legno è un materiale affidabile, capace di reggere la sfida del tempo.
Per cui la domanda giusta da porsi è: cosa si intende davvero per risparmio e come si può risparmiare sul lungo periodo?

L’affidabilità e la longevità di una cucina artigianale la rendono un investimento sicuro capace di minimizzare nel tempo le spese di rinnovo e ripristino della struttura, massimizzando i vantaggi che un’opera realizzata su misura può comportare.

5 - La garanzia di un assemblaggio e montaggio perfetto.

L’ultima delicatissima fase dell’iter di realizzazione di una cucina artigianale è la consegna e il montaggio. Due momenti fondamentali capaci di valorizzare e celebrare il lavoro compiuto fino a quel momento.

La professionalità, l’esperienza e la delicatezza di chi monta una cucina su misura non ha paragoni. I tecnici selezionati per trasporto e montaggio sono considerati come padri di famiglia coscienti della responsabilità che viene loro assegnata.

Con attenzione e precisione compongono i pezzi del mosaico per dar forma alla realizzazione perfetta. Evitando errori, urti e problemi che potrebbero compromettere il risultato finale e arrecare danni alla vostra cucina.